STORIA DELL’AMCLI

Alla fine degli anni 60 nacque l’idea di creare un movimento a favore della microbiologia clinica ospedaliera e una nuova società diversa da quella universitaria già da tempo costituita. In quel tempo non esistevano strutture autonome organizzative e specializzate ospedaliere di microbiologia tranne che in 3-4 ospedali, forse uno a Napoli o Roma due a Milano (Niguarda e S.Carlo Borromeo) e Novara. Troppo poche per un Paese civile!!! Due intraprendenti Microbiologi ospedalieri, trascorrendo lunghe notti insonni sui treni traballanti che da Milano conducevano a Roma, iniziarono a smuovere le acque stagnanti nel settore della microbiologia clinica italiana, discutendo dalla stabilità degli aiuti e assistenti ospedalieri alle marce per le strade di Roma e davanti a Palazzo Madama, dagli scontri in decine di riunioni con le opposizioni conservatrici ed ottuse alla convinzione che il percorso era iniziato e che ormai si doveva concludere. In una giornata uggiosa d’autunno (1969), in un modestissimo ristorante sulle sponde del Ticino, tra un antipasto insipido e un piatto di spaghetti stracotti, Andreoni, Visconti e Stangalini presero la decisione di fondare l’Associazione dei Microbiologi Ospedalieri. Fu preparata una circolare, inviata ai dirigenti di laboratorio di analisi italiani, invitando tutti quelli che erano interessati alla microbiologia ospedaliera a partecipare ad una assemblea indetta al S. Carlo Borromeo a Milano. I partecipanti non superarono la cinquantina, di cui la gran parte proveniente dal Nord e Centro Italia. Dalla discussione emerse subito chiara l’unanime volontà di unirsi in una società che prendesse a cuore i problemi tecnici, scientifici e soprattutto organizzativi del settore microbiologico negli ospedali italiani. Venne decisa una nuova assemblea, quella costituente vera e propria, che si tenne dopo qualche mese a Roma per discutere ed approvare  lo Statuto ed eleggere il Direttivo provvisorio. Il giorno 10 ottobre 1970 a Milano, davanti al notaio, un gruppo di nove Microbiologi, S.Addis, O.Andreoni, I.Berdondini, V.Ortali, M.Petrini, F.Porta, A.Stangalini, R.Vaiani e A.Visconti, costituiva lagalmente l’Associazione dei Microbiologi Ospedalieri Italiani. Anche in Italia la microbiologia clinica aveva finalmente trovato la propria strada e gettate le basi di un radioso avvenire. Con il primo Congresso Nazionale tenutosi a Milano nell’autunno del 1971, tema le batteriurie, iniziava il lungo cammino che doveva condurre questa disciplina allo sviluppo attuale.

   da “Come, quando e perché nacque l’Associazione dei Microbiologi Ospedalieri Italiani, AMOI, oggi: Associazione  Microbiologi Clinici Italiani, AMCLI”  di A. Visconti e O. Andreoni, dal libro “Storia dell’AMCLI”

 

Al momento la Società comprende: Medici, Biologi, Universitari, Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico, Studenti, Specializzandi, Sezioni Regionali, Comitati di Studio, Gruppi di lavoro

I Presidenti dell’AMCLI

 

1970/72 Prof. Arturo Visconti (Milano)
1972/74 Prof. Arturo Visconti (Milano)
1974/76 Prof. Orazio Andreoni (Novara)
1976/78 Prof. Orazio Andreoni (Novara)
1978/80 Prof. Angiolino Lamanna (Firenze)
1980/82 Prof. Angiolino Lamanna (Firenze)
1982/84 Prof. Egidio Rigoli (Treviso)
1984/86 Prof. Egidio Rigoli (Treviso)
1986/88 Prof. Alfredo Braga (Milano)
1988/90 Prof. Alfredo Braga (Milano)
1990/93 Prof.ssa G. Marchiaro (Torino)
1993/95 Prof.ssa G. Marchiaro (Torino)
1995/96 Prof. Enrico Magliano (Milano)
1997/99 Prof. Enrico Magliano (Milano)
2000/02 Prof. Enrico Magliano (Milano)
2003/05 Prof. Enrico Magliano (Milano)
2006/08 Dr. Giacomo Fortina (Novara)
2009/11 Dr. Giacomo Fortina (Novara)
2012/14 Dr. Pierangelo Clerici (Legnano – MI)
2015/17 Dr. Pierangelo Clerici (Legnano – MI)