COSA


Comitato di Studio per gli Antimicrobici (CoSA)

Attivato il: 20/11/2008

 

Coordinatore: Francesco Luzzaro
Componenti: Gioconda Brigante, Nicoletta Corbo, Tommaso Giani, Roberta Migliavacca, Mario Sarti, Claudio Scarparo, Teresa Spanu,

 

Mail: f.luzzaro@asst-lecco.it

 

MANDATO 2018-2020

INTRODUZIONE DEL COMITATO

Il Comitato di Studio per gli Antimicrobici (CoSA) di AMCLI dal maggio 2010 (comunicato .U085-2010 del 17 maggio 2010) raccomanda l’adozione dei criteri EUCAST per l’interpretazione dei saggi di sensibilità agli antibiotici.

 

 

Tale raccomandazione è derivata dalle seguenti considerazioni:

 

a) EUCAST (European Committee on Antimicrobial Susceptibility Testing) è attualmente l’unico sistema ufficialmente riconosciuto dalla European Medicines Agency (EMeA), Agenzia responsabile per l’autorizzazione alla immissione di farmaci in tutti i Paesi dell’Unione Europea;

b) le linee guida seguite da EUCAST sono trasparenti e appaiono più chiaramente motivate rispetto a quelle seguite da altri sistemi;

c) la documentazione è gratuita ed interamente disponibile online;
l’uso del sistema EUCAST, già utilizzato da alcuni Paesi dell’Unione Europea, permetterà di uniformare i dati di sorveglianza raccolti a livello europeo.

 

Il sistema EUCAST include i valori di breakpoint relativi a tutti i principali antibiotici, sia in termini di valori di Concentrazione Minima Inibente (MIC) che di dimensione di aloni di inibizione.

 

I documenti che descrivono le procedure per i saggi di sensibilità e i relativi breakpoint sono scaricabili gratuitamente dal sito web di EUCAST (www.eucast.org).

 

Il Comitato è consapevole che, a causa della necessità di adeguare le apparecchiature automatiche e di attuare le relative attività di informazione/formazione del personale, il passaggio al nuovo sistema potrà richiedere tempi diversificati nei vari laboratori.
A questo riguardo il CoSA raccomanda:
a) di procedere quanto prima all’implementazione del sistema EUCAST nelle apparecchiature automatiche per l’esecuzione dell’antibiogramma;
b) di condividere le informazioni relative al cambiamento del sistema di interpretazione con tutte la parti interessate (colleghi delle discipline cliniche, direzione sanitaria, CIO, farmacia ospedaliera).

 

Allo scopo di supportare i soci dell’AMCLI in questa importante fase di transizione, il CoSA ha allestito questo sito, in cui sono stati inseriti i principali documenti di riferimento utili al corretto utilizzo del sistema EUCAST.

 

Nella sezione Domande e Risposte sono mostrati, tradotti dall’inglese ed in alcuni casi integrati, alcuni dei quesiti posti al comitato EUCAST.

 

Eventuali altre richieste di chiarimenti su problematiche relative all’antibiogramma potranno essere inviate dai soci AMCLI al CoSA mediante mail al seguente indirizzo:
m.sarti@ausl.mo.it

 

Al richiedente sarà inviata una mail di risposta elaborata dai membri del comitato che si avvarranno della collaborazione dei dottori:

 

Fabio Arena (Siena), Gioconda Brigante (Lecco), Tommaso Giani (Siena), Floriana Gona (Catania), Roberta Migliavacca (Pavia), Claudia Venturelli (Modena)

 

I quesiti aventi una valenza più generale verranno inseriti in forma anonima nella stessa sezione, per favorire la diffusione delle informazioni utili al corretto e agevole utilizzo del nuovo sistema.

DOCUMENTI

Traduzione italiana Breakpoint EUCAST 2014  24/02/2014

Scaricabile il nuovo documento EUCAST sui breakpoint clinici (MIC e aloni di inibizione) versione 4.0 del 1/1/2014
Excel << Scaricate il file

 

 

EUCAST ‘detection of resistance mechanisms’  12/12/2013

Scaricabile il documento EUCAST guidelines for detection of resistance mechanisms and specific resistances of clinical and/or epidemiological importance (V.1) pubblicato il 11/12/2013
Acrobat << Scaricate il file

 

 

Nuovi breakpoint EUCAST per miceti  04/04/2013

scaricabile il nuovo documento EUCAST sui breakpoint per miceti, i principali aggiornamenti riguardano l’introduzione dei Bpt per due echinocandine (anidulafungina e micafungina), per il posaconazolo e la definizione
dei Bpt per il fluconazolo vs C. glabrata
Acrobat << Scaricate il file

 

 

Breakpoint per antib. topici  26/07/2012

Scaricabile il documento proposto ‘in consultazione’ da EUCAST sui breakpoint per gli antibiotici ad uso topico
Acrobat << Scaricate il file

 

 

Documento CoSA-CoSIAS sullo screening dei pazienti colonizzati da Enterobatteri produttori di carbapenemasi 04/06/2012

Indicazioni congiunte del CoSA e del CoSIAS sullo screening colturale dei pazienti colonizzati da Enterobatteri produttori di carbapenemasi
Acrobat  << Scaricate il file

DOMANDE E RISPOSTE

Cefazolina è indicata nella maggior parte delle profilassi perioperatorie, linee guida 2008 PNLG. EUCAST non prevede i breakpoint per questo antibiotico, il non refertarlo può indurre il sospetto che l’antibiotico non sia efficace. Che fare?  06/09/2011

1.EUCAST non fornisce i breakpoint per cefazolina nelle Enterobacteriaceae.
2.La cefazolina, anche prima dell’introduzione dei criteri EUCAST non era obbligatoriamente presente in tutti i pannelli di antibiotici saggiati per le Enterobacteriaceae. Quindi non veniva refertata in molti laboratori.
3.La cefazolina è utilizzata in profilassi principalmente per la sua attività nei confronti di Stafilococchi meticillino-sensibili. Tuttavia si è dimostrata efficace nella prevenzione delle ISC stafilococciche anche in presenza di un’alta frequenza di resistenza alla meticillina.
4.Nei siti chirurgici dove vi è una prevalenza di Gram-negativi è maggiormente indicato l’impiego di cefuroxime.
5.Lo scopo dell’antibioticoprofilassi non è quello di azzerare le cariche batteriche. Anche se non tutti i batteri rientrano nello spettro d’azione dell’antibiotico usato, la riduzione al di sotto di una certa soglia permette alle difese dell’organismo di controllare l’infezione.
6.I punti da 3 a 5 si riferiscono ad argomenti riportati nelle linee guida SNLG 17 del 2008 riguardanti l’antibioticoprofilassi perioperatoria nell’adulto. In caso di dubbi da parte del chirurgo, il microbiologo potrebbe confrontarsi facendo riferimento a questo documento.

 

La lettura dei test di sensibilità in terreno agarizzato deve avvenire seguendo le medesime raccomandazioni sia che si tratti di antibiotici battericidi che di farmaci batteriostatici?  04/04/2011

Sì, è sempre opportuno valutare il diametro dell’alone di inibizione al punto di completa assenza di crescita ad occhio nudo mantenendo la piastra ad una distanza di 30 cm dagli occhi. Non bisogna quindi tenere conto dell’eventuale presenza di una pellicola di crescita dovuta a sciamatura né delle colonie così piccole da non essere visibili ad occhio nudo. (quesito tradotto e riportato dal sito EUCAST)
Si consiglia di consultare gli esempi disponibili nel sito EUCAST “Reading guide: EUCAST disk diffusion method for antimicrobial susceptibility testing”. (integrazione CoSA)

 

Trimethoprim- sulfametossazolo è l’unico antibiotico disponibile per l’antibiogramma di Stenotrophomonas maltophilia ?  04/04/2011

Per Stenotrophomonas maltophilia l’unico antibiotico per il quale vi sia correlazione clinica tra i valori di MIC e l’outcome clinico è il Trimethoprim- sulfametossazolo (cotrimossazolo). In futuro, è possibile che possano essere definiti i breakpoints per uno o due antibiotici, ma attualmente non ci sono indicazioni in letteratura per individuare chiaramente alcun altro antibiotico per il quale sia ragionevole determinarne i breakpoints.
(quesito tradotto e riportato dal sito EUCAST)

 

Sarebbe opportuno prelevare più colonie per essere sicuri di rilevare l’etero-resistenza?  04/04/2011

Saggiare più colonie non è essenziale e non pregiudica il rilievo dell’etero-resistenza, ma può evitare la possibilità di prelevare una variante atipica (ad esempio una colonia che ha perso un plasmide di resistenza). Nella maggior parte dei casi è necessario prelevare più di una colonia per ottenere una sospensione della torbidità standard di 0,5 McFarland. (quesito tradotto e riportato dal sito EUCAST).
Per la possibilità di etero resistenze in Acinetobacter baumannii nei confronti degli amino glicosidi è opportuno controllare eventuali sensibilità a tali molecole ottenute con lo strumento automatizzato utilizzando un metodo alternativo (E-test, disco-diffusione).
(integrazione CoSA)

 

I breakpoint della benzilpenenicillina per Streptococcus pneumoniae sono dosaggio specifici, come devono essere utilizzati? Tutte le note associate ai breakpoints devono essere indicate?  04/04/2011

Il Comitato Nazionale di antimicrobici (NAC) deve decidere quale dei dosaggi è più spesso utilizzato nel paese per trattare la polmonite e raccomandare i laboratori di utilizzare breakpoints validi per questo dosaggio. (tradotta dal sito EUCAST)

PRESENTAZIONI

Aloni di Inibizione e MIC: criteri  11/07/2011

In questa presentazione sono illustrati i criteri generali per definire le correlazioni fra AdI e MIC
Acrobat << Scaricate il file

 

Presentazione EUCAST  13/05/2011

Nuova presentazione originale EUCAST (in inglese) in cui viene fra l’altro ben spiegato il processo di armonizzazione dei breakpoint
Acrobat << Scaricate il file

 

Gesu Interpretazione Gram +  14/03/2011

Presentazione del dott. G.P. Gesu sui criteri interpretativi dell’antibiogramma per Gram + (Torino corso EUCAST 2010)
Acrobat << Scaricate il file

 

Luzzaro Interpretazione Gram –  22/02/2011

Presentazione del dott. F. Luzzaro sull’interpretazione dell’antibiogramma per i batteri Gram negativi (corso EUCAST tenutosi a Milano in data 8/11/2010)

 

Varaldo Introduzione ad EUCAST  22/02/2011

Presentazione del Prof. P. Varaldo introduttiva al Corso EUCAST tenutosi a Maddaloni nel Giugno 2010